ACCOLITO

PAOLO SIMPLICIO DEGORTES

Paolo Simplicio DEGORTES, nato a Olbia il 22.06.1952 e residente a Olbia in via Valentini, 21. Proviene dall’aeronautica militare. Ha frequentato la scuola sottoufficiali a Caserta. Terminato il corso viene assegnato alla base militare di Elmas all’osservatorio scientifico sperimentale di meteorologia aeronautica. Nel 1975 viene trasferito alla stazione metereologica di Olbia e successivamente alla scuola di volo di Alghero. Ha frequentato il corso “Informatori meteo” alla scuola di telecomunicazioni ed assistenza al volo di Pratica di mare. A Ca’ di Mare ha  frequentato la scuola marescialli. Dopo questa esperienza è rientrato ad Olbia dove è rimasto fino alla fine della carriera nel 2003. Coniugato con Cauli Maria Carmen, è cresciuto nella parrocchia di San Paolo apostolo in Olbia in qualità di ministrante dal 1958 al 1965. Ha iniziato il percorso formativo nella Comunità Maria, seguita dai Padri Passionisti. Viene affidato ai Padri Missionari della Consolata e collabora con P. Eugenio Ferrari nella pastorale delle famiglie, nelle periferie, con visite settimanali alle famiglie disagiate, comprese le famiglie che vivevano nelle baracche. Con P. Luigi Accossatto segue un percorso formativo per la pastorale del malato presso l’Ospedale San Giovanni di Dio di Olbia. Con P. Stefano Bonifetto si impegna nella pastorale delle missioni per reperire fondi e materiali utili richiesti dalle missioni nei vari Paesi, in particolare nelle missioni africane. Inizia la frequentazione formativa con P. Danilo Scomparin con il quale collabora tutt’ora per gli esercizi ignaziani  (EVO). Poiché segue il cammino di preparazione al diaconato permanente è iscritto all’ Euromediterraneo in qualità di studente ordinario nel corso di pastorale ministeriale. Nel giugno 2011 ha ricevuto l’ammissione tra i candidati al diaconato permanente da mons. Sebastiano Sanguinetti nella casa dei Missionari della Consolata. Nel 2016 riceve il ministero del lettorato e il 24 giugno 2018, nella chiesa parrocchiale di N.S. de La Salette, il ministero dell’accolitato dallo stesso vescovo. In qualità di ministro straordinario, settimanalmente, porta la comunione agli ammalati, prepara i genitori, padrini e madrine per il sacramento del battesimo dei bambini in collaborazione con il diacono Giovanni Degortes.

DIACONO PERMANENTE

GIOVANNI DEGORTES

Giovanni  Mario Graziano DEGORTES, nato a Terranova (Olbia) il 16 novembre 1936 e residente a Olbia in via Vela, coniugato con Vittoria Spanu, padre di tre figli, proviene dall’aeronautica militare. Arruolato nella stessa nel 1953 come tecnico telecomunicazioni e assistenza al volo. Ha prestato servizio in diversi aeroporti e località: Reggia di Caserta per la formazione, aeroporto di Elmas, vari corsi di formazione presso le ditte inerenti al settore delle telecomunicazioni a Milano, Chiavari e Roma. Destinato come sede di servizio all’aeroporto di Ciampino Ha svolto per 20 anni attività al poligono interforze del Salto di Quirra (Perdasdefogu), Olbia aeroporto Costa Smeralda e come ultima sede nella postazione sul Monte Limbara dove è rimasto fino all’età della pensione. Già prima di andare in pensione era entrato in contatto con la “Comunità Maria” guidata nella parte spirituale dai Padri Passionisti fino al 1994. Nello stesso periodo gli fu segnalato un corso di esercizi ignaziani a Sassari e lo frequentò per due anni, fino al 1996. Finiti gli esercizi EVO a Sassari, venne inviato al Pozzo di Sicar (Capitana) per il Mese Ignaziano. Durante la visita pastorale di mons. Paolo Atzei a La Salette è stato invitato dallo stesso P. Paolo a iscriversi all’Istituto di Scienze Religiose a Tempio, dove ha frequentato per cinque anni, perché secondo il Vescovo, c’erano i segni evidenti di una chiamata da parte del Signore. Il primo dicembre del 2002 veniva così ammesso tra i candidati agli ordini sacri del diaconato permanente. L’ammissione avvenne nel Seminario Vescovile di Tempio per le mani di mons. Paolo Atzei.  Ha ricevuto il ministero del lettorato dall’Amministratore Diocesano don Andrea Raffatellu nella chiesa di San Paolo apostolo in Olbia il 6 gennaio dell’anno 2005 e il ministero dell’accolitato nella chiesa di Nostra Signora de La Salette in Olbia il 4 dicembre del 2005. Il 19 marzo 2009, nella parrocchia di N.S. de La Salette in Olbia, mons. Sebastiano Sanguinetti, con una solenne celebrazione, gli ha conferito l’Ordine del Diaconato Permanente. Ha svolto sempre il ministero all’interno della stessa parrocchia, coordinando il gruppo dei ministri straordinari e prima ancora come catechista. Visita e porta la comunione settimanale agli ammalati, prepara i genitori al sacramento del battesimo dei propri figli e in alcune occasioni amministra lo stesso sacramento. Ha sempre collaborato con P. Danilo Scomparin dei Missionari della Consolata nell’organizzazione e nella proposta degli esercizi ignaziani (EVO). Non va dimenticato,infine, il suo estro artistico come pittore e scultore, oltre che restauratore di alcune opere presenti in parrocchia.

ACCOLITO

SIMON PIETRO COLUMBANO

Simon Pietro Andrea COLUMBANO, nato a Olbia il 22.11.1971, residente a Olbia in via Amsterdam n.10/B, laureato in Scienze dell’informazione all’Università degli studi di Milano, insegnante di informatica I.T.C.G. Deffenu di Olbia. Frequenta il corso di laurea triennale in Scienze Religiose presso ISSR Euromediterraneo di Tempio Pausania. Il suo percorso formativo passa attraverso l’esperienza nel Movimento Giovanile Mariano dove approfondisce la sua devozione Mariana e la propria esperienza di fede. Svolge il servizio di lettore, accolito durante le celebrazioni, catechista e responsabile del gruppo ministranti in parrocchia. Sposato con Elena D’Attellis. E padre di una bambina. Segue il percorso tra i candidati al diaconato permanente dal 21 giugno 2014, esattamente da quando è stato ammesso da S.E. mons. Sanguinetti. Gli è stato conferito il ministero del lettorato il 19 giugno 2016 e dallo stesso Vescovo quello dell’accolitato, sempre nella chiesa parrocchiale N.S. de La Salette in Olbia il 24 giugno 2018.

ACCOLITO

GIOVANNI PAOLO AZZENA

Nato a Olbia il 23/05/1946 e residente in via Varrucciu 15/17.Pur appartenendo territorialmente alla parrocchia di S. Simplicio e, più precisamente, alla parrocchia di S. Nicola, canonicamente e giuridicamente istituita, ha sempre frequentato la parrocchia di N.S. de La Salette.
E’ venuto alla fede nella parrocchia di san Paolo Apostolo in Olbia dove ha ricevuto il Battesimo, la prima Comunione e la Cresima.
Da adulto inizia il percorso formativo nell’istituto di Scienze Religiose Euromediterraneo di Tempio Pausania, con elaborato scritto in ordine al corso di metodologia scientifica della ricerca teologica nell’anno accademico 2012-2013. Riceve l’accolitato da mons. Sebastiano Sanguinetti il 19 settembre 2014 nella parrocchia di Nostra Signora de La Salette dove attualmente svolge servizio e quasi quotidianamente guida i vespri con la comunità prima della celebrazione eucaristica. Ha frequentato e approfondito il valore degli Esercizi Spirituali nella vita ordinaria (E.V.O.) nel 2016 secondo l’insegnamento di sant’Ignazio di Loyola.
Ha frequentato il corso di “Principi e Norme della Liturgia delle Ore” dal 2017 al 2018 con padre Danilo Scomparin dei Missionari della Consolata.
E’ coniugato con Calvisi Giovanna Maria nata a Bitti il 28/02/1951.

 

SEMINARISTA

COSMA CARIA

Sono Cosma Caria nato ad Olbia il 20 gennaio 1995, ho studiato ragioneria presso l’Istituto Tecnico A. Deffenu di Olbia, ho frequentato il triennio di economia aziendale e tecnica Bancaria presso la LUMSA di Roma. Dal 2016 ho iniziato gli studi di filosofia presso la Pontificia Università Gregoriana e attualmente sono iscritto al primo anno di Teologia nella medesima università.   
Il mio percorso vocazionale è iniziato nella parrocchia di N. S. de La Salette con il servizio dei ministranti, in seguito ho partecipato al gruppo vocazionale “Giona” organizzato dal seminario diocesano.  Inoltre sono stato incaricato come segretario cittadino della pastorale giovanile, dove ho potuto conoscere le diverse realtà pastorali della città di Olbia.
Durante il periodo universitario a Roma, ho avuto modo di approfondire e avvicinarmi maggiormente alla vita della Chiesa e nel 2016 ho iniziato il cammino seminaristico presso l'Almo Collegio Capranica di Roma dove proseguo la mia formazione verso il sacerdozio.

MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE

Qualche nota storica: Il ministero della distribuzione della comunione affidato a laici, uomini e donne, non è una novità senza precedenti. Al tempo di san Giustino, i diaconi erano incaricati di portare l’eucaristia agli infermi. In un caso, però, risulta che eccezionalmente fu affidato a un giovinetto, mentre sarebbe toccato al prete. Fino al v° secolo e oltre, i fedeli d’ambo i sessi ebbero facoltà di portare con se il corpo del Signore e di comunicarsi da sé in casa. Nei primi secoli, dinanzi alla persecuzione (al paganesimo) e alla morte, la Chiesa sentì il dovere di premunirne permanentemente la naturale debolezza con la forza divina della eucaristia, recata anche dai laici, in modo che, in qualsiasi momento, soprattutto quando era impossibile avere il sacerdote, i fedeli potessero ricevere la comunione. Venendo al nostro tempo, l’istruzione Immensae caritatis della Congregazione dei Sacramenti, pubblicata il 29 gennaio 1973, segna la data di nascita del ministero straordinario della comunione. Un fatto questo che ha suscitato meraviglia ma anche rifiuto, prima il semplice fedele non poteva neanche toccare i vasi sacri. L’istruzione I.C. adduce varie ragioni pratiche, ne citiamo la principale: Fuori della celebrazione della messa quando per le distanze o altro è difficile portare le sacre specie agli ammalati, a quelli che si trovano in pericolo di morte, presso le proprie abitazioni o in luoghi di cura, ove si renda necessario ecc.   si specifica che: “affinché i fedeli, che sono in stato di grazia e hanno retta e pia intenzione di accostarsi al convitto eucaristico, non siano privati dell’aiuto e del conforto di questo sacramento, il Sommo Pontefice ha ritenuto opportuno di istituire ministri straordinari, che possano comunicarsi da se stessi e distribuire agli altri fedeli la santa comunione”. Questo ministero non è permanente, infatti è straordinario ed è concesso in relazione a particolari e vere necessità di situazioni, di tempi e di persone. La durata normale è di tre anni e può essere confermata oppure no, però può essere revocata in qualunque momento. Nella parrocchia di N. S. de La Salette è iniziato questo servizio verso gli ammalati il 24 aprile del 1992. Il primo nucleo dei ministri straordinari era composto da otto persone, 4 uomini e 4 donne. Riportiamo qui di seguito l’elenco delle persone incaricate attualmente in parrocchia:

 

 

ARANCINO  GIULIETTA             
CAOCCI   MARIO         
CAREDDU  ANNA VITTORIA  
DEGORTES  GRAZIELLA           
DEROSAS  AMELIA                              
FOIS  PASQUALINA        
GALLITTU  ANGELA      
LAI  PASQUALE             
LIGAS  LANFRANCO                                    
MIBELLI  SALVATORE                      
MURA  RITA                                       
SANNA  FRANCESCA           
SERRERI  STELLA                               
SIMULA   FRANCA                  
SOLINAS  GIOVANNA                                       
VARRUCCIU  PIERO

 

Parrocchia N.S. de La Salette - Accoliti e Diaconi